Ingegneria della sicurezza e dell'ambiente facebook ISA srl

Sicurezza sul lavoro: 5 nuovi interpelli

Il primo interpello risponde alla Federazione sindacale italiana dei tecnici e coordinatori della sicurezza (Federcoordinatori) e riguarda il ruolo del coordinatore della sicurezza per le attività svolte in presenza di traffico veicolare. Nell’interpello viene spiegato come il riferimento al coordinatore sia appropriato (il rimando all’art. 100 del decreto 81/08), perché è proprio di competenza del coordinatore redigere il piano di sicurezza e coordinamento (PSC, “con particolare attenzione ai lavori stradali ed autostradali al fine di garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori impiegati nei confronti dei rischi derivanti dal traffico circostante”.

Il secondo interpello riguarda un quesito posto dal Consiglio nazionale degli ingegneri in merito ai requisiti dei formatori sulla sicurezza. La categoria chiede se, in mancanza dei requisiti, l’ingegnere che opera in ambito di sicurezza possa, grazie al titolo e alla professione, eventualmente integrando le proprie conoscenze didattiche con un corso di 24 ore, ricoprire comunque il ruolo di formatore in tutte le aree tematiche (normativa / giuridica / organizzativa; rischi tecnici / igienico-sanitari; relazioni / comunicazioni). Per la commissione ciò non è possibile, perché occorre attenersi espressamente a quanto previsto dal decreto 6 marzo 2013, in vigore dal 18 marzo 2014. “Dunque – spiega l'interpello – colui che intenda svolgere corsi di formazione in tutte le aree di cui al citato decreto, dovrà documentare il possesso di almeno uno dei criteri in parola in relazione a ognuna delle tre aree”.

Il terzo interpello è in risposta alla Federazione nazionale unione generale del lavoro (UGL) sanità che vuole sapere se anche per le imprese familiari, che operano in un cantiere temporaneo o mobile, ci sia obbligo di redigere il piano operativo di sicurezza (POS). La commissione conferma l’obbligo anche per le imprese familiari di redigere il POS, “che deve riportare tutti i punti dell'allegato XV, ad eccezione dei punti i cui obblighi non trovano applicazione nella fattispecie delle imprese familiari. A titolo meramente esemplificativo e non esaustivo – aggiunge la commissione – nei POS delle imprese familiari non potrà essere indicata la figura del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, i nominativi degli addetti al primo soccorso, eccetera”.

Il quarto interpello riguarda un quesito posto dall'Associazione nazionale costruttori edili (Ance) su formazione e valutazione dei rischi per lo svolgimento da parte del lavoratore di singole specifiche attività facenti comunque capo a una mansione, anche in base alla classificazione Istat-Isfol. “Nel caso in cui un lavoratore in possesso di formazione per lo svolgimento di una determinata attività venga adibito allo svolgimento di singole particolari mansioni, ricomprese nell'attività principale per la quale è stata erogata la formazione, – spiega la commissione – la stessa può essere riconosciuta valida solo se all'interno del percorso formativo i rischi specifici, relativi alle particolari mansioni, sono stati adeguatamente trattati. In ogni caso qualora i compiti affidati ad un lavoratore lo espongano di fatto a rischi diversi ed ulteriori rispetto a quelli che siano già stati oggetto di valutazione e di conseguente formazione, saranno necessarie sia una nuova valutazione dei rischi che una correlata formazione integrativa”.

Il quinto interpello è ad opera dell’Ordine degli ingegneri e riguarda eventuali limitazioni orarie per i lavoratori che svolgono la propria attività in locali chiusi sotterranei o semisotterranei adibiti in deroga. “Si desume che – spiega la commissione – nell'ambito dell'atto autorizzativo anche eventuali limitazioni sull’orario di lavoro devono trovare una concreta e determinata motivazione strettamente correlata alle esigenze imposte e specificate dalla norma medesima”.

Per leggere gli interpelli per intero:

23/06/2015 - n. 1/2015

24/06/2015 - n. 2/2015

24/06/2015 - n. 3/2015

24/06/2015 - n. 4/2015

24/06/2015 - n. 5/2015

 

NEWS

CORSO PER GESTORI B&B IN PARTENZA!!!

I.S.A. srl in ATS con Progetto Formazione, Cnos/Fap Regione Valle d'Aosta-Don Bosco, Consorzio per le tecnologie e l’innovazione organizza una edizione del corso per gestori di B&B (9 ore). Il corso consente ai gestori di B&B di poter somministrare, limitatamente alla prima colazione, alimenti manipolati di propria produzione in alternativa all’uso di alimenti confezionati.

   Durata del corso    9 ore
   Calendario
   giovedì 28 settembre 2017 14.30-17.30
   giovedì 05 ottore 2017 14.30-17.30
   mercoledì 11 ottobre 2017 14.30-17.30
   Esame finale    mercoledì 11 ottobre 2017 dalle 17.30
   Aula    ad Aosta, in Reg. Borgnalle 12
   Costo    100 Euro Iva inclusa a partecipante
   Modalità di pagamento    anticipato via bonifico
   Presenza    frequenza obbligatoria del 100%
   Il corso si avvia al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. 

Per informazioni e iscrizioni: telefono 0165/41160, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  Per saperne di più.

Jobs Act e sicurezza: novità in arrivo

Abolizione del registro infortuni e della visita medica in fase preassuntiva, calcolo progressivo per le sanzioni in funzione dei lavoratori coinvolti (per le violazioni su sorveglianza sanitaria e formazione) sono alcune delle novità in arrivo in materia di tutela di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Leggi tutto...

Risorse umane e sicurezza sul lavoro: premio Aifos

L’associazione italiana formatori ed operatori della sicurezza sul lavoro (AiFOS) indice un premio per la migliore tesi sul tema dell’interazione tra gestione delle risorse umane e gestione della sicurezza sul lavoro. Leggi tutto...

Sicurezza sul lavoro: 5 nuovi interpelli

La commissione per gli interpelli risponde a cinque quesiti interpretativi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Leggi tutto...

  • APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO IN CANTIERE

    Qui di seguito si riportano una serie di video tratti da Youtube utili a far comprendere quali sono le tecniche corrette per l'installazione e l'impiego in sicurezza dei più comuni e diffusi apparecchi di sollevamento. I video qui riportati hanno il solo scopo di evidenziare le possibili criticità e le tecniche per ottimizzare le lavorazioni. Non hanno quindi alcun fine promozionale ma solo didattico.

    Guarda gli altri video!

  • IMPIEGO DI SCALE E TRABATTELLI

    L'installazione e l'impiego delle scale e dei trabattelli nei cantieri è oggetto di una specifica formazione che ISA srl eroga attraverso sessioni d'aula e di cantiere. Nell'ambito delle sessioni d'aula, al fine di meglio identificare le modalità e le tecniche di montaggio e utilizzo dei trabattelli e delle scale, ISA srl propone la presa visione di una serie di video didattici tratti da Youtube finalizzati ad evidenziare le corrette tecniche di impiego di tali attrezzature. I filmati proposti non hanno alcun fine promozionale e/o commerciale ma sono solo un supporto all'attività didattica d'aula.

    Guarda gli altri video!

  • SISTEMI DI MONTAGGIO PONTEGGI

    Qui di seguito si riportano una serie di video tratti da Youtube, utili a far comprendere quali siano le tecniche corrette per il montaggio in sicurezza dei ponteggi. Questi filmati hanno il solo scopo di evidenziare le possibili criticità e le tecniche per consentire agli addetti di operare in sicurezza. Non hanno quindi alcun fine promozionale ma solo didattico e non possono essere da soli considerati sufficienti e/o sostitutivi di una formazione teorico-pratica che deve sempre essere seguita da parte di coloro che a vario titolo nei cantieri sono designati all'installazione ed al montaggio delle opere provvisionali.

    Guarda gli altri video!

  • PONTEGGI E CADUTE DALL'ALTO

    Nell’ambito delle varie attività formative svolte da ISA srl vi sono anche i corsi di formazione per i Coordinatori della sicurezza nei cantieri. Nell’ambito dello specifico modulo dedicato alle tematiche connesse ai rischi di cadute dall’alto e all’impiego dei ponteggi la formazione prevede, oltre alla presentazione di slide e discussione di casi concreti, anche l’impiego di video didattici con lo scopo di rendere più chiari ed evidenti le varie tematiche sviluppate. Qui di seguito riportiamo una serie di video tratti da Youtube presentati e discussi all’interno della sessione formativa dedicata.

    Guarda gli altri video!